Abba

("Abba chi ses mama de armonia torras a sa delicatesa tua") Ses su sonu sa oghe 'e su sinu abba ses sidida 'e binu s'abba frimma intro sa manu che unu cantu ‘e resurretzione est su ritu meu ‘e beranu cantaros de indipendentzia de un isula ‘e cantones canto ca so sardu e galu s'abba tia pregare abba chi ses mama de armonia torra a sa delicatesa tua cola move ischidande sa zente mia, sa zente mia ABBA CHI SES MAMA DE ARMONIA TORRA A SA DELICATESA TUA S'abba frimma intro sa manu che unu ballu 'e fogu nou ‘e beranu che s’alenu ‘e unu deu pasadu custu sensu de oppressione de dignidade et amore canto ca so sardu e galu s'abba tia pregare ABBA CHI SES MAMA DE ARMONIA TORRA A SA DELICATESA TUA COLA MOVE ISCHIDANDE SA ZENTE MIA ABBA CHI NOS DONAT ARMONIA UNIDA ET BIA SOBERANIA Una oltha ebbia sa zente mia unida e bia (Abbarambimba ‘mbimba ‘mbimba ‘mbou) ABBA CHI SES MAMA DE ARMONIA TORRA A SA DELICATESA TUA UNIDA E BIA

Acqua

("Acqua che sei madre di armonia ritorna alla tua delicatezza") Sei il suono la voce del seno sei acqua assetata di vino l'acqua ferma dentro la mano come un canto di risurrezione è il mio rito di primavera sorgenti d'indipendenza di un isola di canzoni canto perché sono sardo e l'acqua ancora vorrei pregare acqua che sei madre di armonia ritorna alla tua delicatezza scorri impetuosa risvegliando la mia gente, la mia gente ACQUA CHE SEI MADRE DI ARMONIA RITORNA ALLA TUA DELICATEZZA L'acqua immobile dentro la mano come un ballo di fuoco nuovo di primavera come il respiro di un dio riposato questo senso di oppressione di dignita’ e amore canto perche’ sono sardo e vorrei ancora pregare l’acqua ACQUA CHE SEI MADRE DI ARMONIA RITORNA ALLA TUA DELICATEZZA SCORRI IMPETUOSA RISVEGLIANDO LA MIA GENTE ACQUA CHE CI DA ARMONIA UNITA E VIVA SOVRANITÀ Nna volte per tutte unita e viva la gente mia. ("vocalità dei tenores") ACQUA CHE SEI MADRE DI ARMONIA RITORNA ALLA TUA DELICATEZZA UNITA E VIVA